1) Si taglia ufficialmente il grande traguardo dei 50 anni, mezzo secolo. Monica, prima le congratulazioni, poi la domanda: cos'era Cantavenna 50 anni fa e cosa è adesso?

Innanzitutto grazie, ma un grazie che voglio rivolgere soprattutto allo staff, ai collaboratori e ai nostri Clienti, che ci sostengono anno dopo anno. Questo modello di ‘famiglia’ è ciò da cui siamo partiti e vogliamo portare con noi, sempre.

Quando abbiamo cominciato, nel 1971, Cantavenna era il tipico negozio di quartiere, punto di riferimento per le famiglie che cercavano articoli per la casa, giocattoli e prodotti per la cucina. 

Sorrido quando, ancora oggi, molti giovani di allora passano a trovarci ricordando i momenti in cui entravano in negozio con i genitori ad acquistare chi le macchinine, chi i puffi e chi ancora le bambole di pezza. Poi sai, quando si creano relazioni umane, e non solo di vendita, si tende a crescere insieme alle persone che ci circondano, lavorando per soddisfare le loro esigenze, per cui ci siamo ritrovati ad occuparci di liste nozze, cake design e con un e-commerce.

In sintesi, ciò che siamo adesso è ciò che eravamo prima: una famiglia e un punto di riferimento per gli amanti del cake design, con i quali condividiamo ciò che sappiamo e impariamo su questo splendido mondo.

2)    Ci hai parlato di E-commerce. Quando si è verificato il fatidico passaggio all'online e perché?

Non è facile cambiare le proprie consuetudini, lo ammetto. Quando si è abituati alla vendita frontale, all’attività in negozio, pensare di uscire dagli schemi e proporre un approccio così differente non è stato semplice.

Abbiamo, però, fatto i conti con la nuda e cruda realtà. Premiando la qualità del nostro assortimento, la clientela torinese non era più sufficiente per sostenerci; avevamo bisogno di ingrandire il nostro bacino di utenza e sapevamo di poterci riuscire. Nessuna intuizione geniale, ci siamo sempre sentiti un po’ pionieri nel nostro campo e abbiamo fatto i conti con le continue richieste provenienti da altre Regioni, per orari e giorni disponibili.

Ad un certo punto ci siamo trovati di fronte ad un bivio: apriamo anche il sabato sera o investiamo nell’e-commerce?

siti-cantavenna.jpg

3)    Abbiamo parlato di vendita, ma siamo curiosi. C'è mai stato qualcuno che è andato oltre la vendita, chiedendovi una consulenza vera e propria?

Assolutamente sì! Avendo costruito relazioni e non solo rapporti di vendita, è capitato – ma capita tuttora – che sia i fornitori che ristoratori e pasticceri ci chiedessero consigli, idee nuove e anche materie prime difficilmente reperibili in Italia.

Sicuramente le consulenze più gratificanti per noi sono quelle per “reinventare” la carta dei dessert nei ristoranti, ma ne succedono di diverse.

4)    Già che siamo in tema di aneddoti, qualche episodio assurdo e bizzarro accaduto nel corso degli anni?

Lasciamo perdere, potrei scrivere un libro su quante ne abbia viste! Qualcosa l’ho imparato, però: la geometria a scuola non è studiata come dovrebbe.

Ricordo ancora la stupenda richiesta di un sotto-torta quadrato di misura 40x30 o ancora da calcolare col suo diametro e ripeto, parliamo di un quadrato. Per il resto i soliti errori di pronuncia – igrosolubili anziché idrosolubili il più frequente – e di conoscenza dei prodotti – come conservare la solidità di una panna montata lasciata al sole a 40° per 5 ore –.

Possono bastare?

5)    Adesso l’aneddoto che ti chiediamo è proprio su di te. Qual è il prodotto che usi di più, il tuo prodotto preferito di cake design?

Diciamo che ne prediligo diversi, ma se proprio devo sceglierne uno, io adoro i tappetini in silicone per la creazione di pizzi e merletti in zucchero, da quando li ho provati, non ne posso fare a meno.

6)    E il prodotto preferito di chi ci legge? Qual è il più venduto dell’ultimo anno?

Difficile da dare una risposta, nel corso degli anni si evolve la pasticceria e quindi i gusti di chi la segue quotidianamente.

Negli ultimi anni, però, l’affiancamento di prodotti particolarmente innovativi – sia per forma che per sapore – alla pasticceria tradizionale, ha focalizzato l’attenzione sulle torte moderne. Perciò ti rispondo che i prodotti più venduti sono sicuramente collegati alle torte: stampi in silicone, glasse a specchio, burro di cacao spray colorato ed effetto velluto. 

7)    L'ultima domanda, per salutarci. Mezzo secolo, 50 anni: come festeggerete questa grande ricorrenza?

Se ti dicessi che siamo ancora più giovani e motivati di prima, mi crederesti?

Noi dello staff, festeggeremo con una cena aziendale e un brindisi di buon auspicio. Per i nostri Clienti, invece, anticipiamo che ci saranno alcune sorprese, ma non aggiungo altro, arriveranno molto presto!