La Pasta di zucchero secondo Silvia Mancini

Silvia Mancini pasta di zucchero

bimba corda Silvia ManciniC’è chi con la pasta di zucchero ha siglato un matrimonio perfetto. Silvia Mancini ha iniziato per amore di sua figlia, voleva farle una torta di compleanno speciale e non ha più smesso. Donna, mamma, artista, Silvia combina queste tre figure per diventare una cake designer riconosciuta in Italia ma anche all’estero, tanto da ottenere un riconoscimento internazionale vincendo il Cake Master Modelling Award. Ama il suo lavoro e si vede dall’entusiasmo che mette in campo e dalla realizzazione dei suoi lavori. Ha progettato un attrezzino per creare gli occhi “Easy Eyes” che è utilissimo per tutti quelli che si cimentano nel modelling, di facile utilizzo e dai risultati straordinari. Silvia Mancini in quest’intervista ci racconta dei suoi inizi, delle sue emozioni e ci da qualche consiglio…buona lettura!

Come nasce la tua passione per il cake design e da quando è diventata una professione?

Come successo a molti, ho conosciuto il Cake Design dovendo realizzare una  torta di compleanno per mia figlia, nove anni fa. Dopo qualche tempo iniziai a lavorare per le pasticcerie e da cinque anni insegno l’arte del modelling.

Da dove nasce il tuo stile ironico e divertente? A chi ti ispiri?biancaneve mancini

Sono così, non mi piace prendermi troppo sul serio e ironizzo su tutto, sopratutto su di me. I miei figli sono la prima fonte d’ispirazione, la vita di tutti i giorni la seconda inesauribile fonte.

Nel 2015 hai avuto un grandissimo riconoscimento internazionale vincendo il Cake Master Modelling Award nella categoria “Modelling excellent award”. In finale hai battuto personaggi come Anna Mathew Vadayatt, famosissima cake designer indiana, Barbara Luraschi, altra italiana e Emma Ball, cake designer anglosassone. Come ti sei sentita? Qualcosa è cambiato?

Non potevo crederci, per me avevo già vinto con la nomination. Quando ripenso a quei momenti mi chiedo come sia riuscita a camminare fino al palco per ritirare il premio.
Ho sempre fatto ciò che mi piaceva senza mai scendere a compromessi e quella vittoria mi ha confermato che  lavorare seguendo il proprio istinto, senza filtri, senza pretese, rispettando se stessi e gli altri, alla fine porta grandi soddisfazioni.

Hai un tuo progetto preferito? Quale?

Silvia Mancini cake designIl prossimo che realizzerò. Ogni torta porta in se una forte carica emotiva quindi non riesco a dire quale sia la mia preferita. Credo perché ne ho fatte tante ed ognuna  di loro porta in se un bel ricordo, ma solo una torta mi trasmette un’emozione diversa e cioè quella che ancora è nella mia testa, il progetto che ancora deve diventare realtà tra le mie mani. Ogni volta che arriva quel momento, quella torta diventa la mia preferita.

L’Italia ha ricevuto diversi riconoscimenti internazionali grazie a cake designer come te e a prodotti di qualità  (vedi la Pasta Model firmata Saracino premiata come miglior prodotto al Cake Master Modelling Award 2017) La scuola italiana è una buona scuola?

La scuola italiana è un’ottima scuola, abbiamo quel fattore X che ci differenzia dagli altri, c’è l’anima in tutto quello che facciamo e siamo molto determinati. All’estero siamo molto stimati.

Abbiamo l’onore di essere il distributore ufficiale di “Easy Eyes”, un favoloso strumento per modellare gli occhi. Ce ne puoi parlare?

easy eyesSognavo questo attrezzino da anni perché insegnando sapevo che poteva essere un valido aiuto durante i miei corsi e poi perché capii che molte persone non avevano tempo per esercitarsi nel disegno di due occhi perfetti.
Mi chiedevo quindi perché mai nessuno lo avesse progettato. Già da tempo nel mercato si vendevano attrezzini per realizzare gli occhi, ma non era quello che avevo in mente io, il mio era molto più semplice. Era questo che mi turbava.
Poi l’anno scorso ho conosciuto una coppia di ragazzi italiani ai quali mandai i disegni ed in una settimana mi inviarono i prototipi. Piansi. Era gioia e terrore allo stesso tempo perché sapevo che avevo tra le mani qualcosa di molto importante e che, a livello lavorativo, mi stavo giocando la partita più importante.
Con quell’attrezzino chiunque poteva realizzare occhi perfetti in una mossa sola!
Ho appena ampliato la gamma delle forme easy eyes con un’edizione dedicata a chi realizza visi davvero piccoli. Con quest’ultima, la linea offre una scelta ampia e permettere alle persone di fare soggetti in stile cartoon di  qualunque tipo: dal bambino alla bambina, dalla donna all’uomo , di grandi, medie e piccole dimensioni.
Vanno bene sia per chi dipinge gli occhi- basta premere leggermente la formina sulla testolina dopo aver realizzato il naso, sia per chi scava e riempie con la pallina bianca premendolo di più.
Chi lo prova rimane stupefatto dalla loro semplicità d’uso !

Infine ti chiedo 3 suggerimenti da dare alle nostre lettrici e ai nostri lettori

Lavorare sempre con passione e se si vuole intraprendere questo mestiere bisogna studiate e  fare pratica. Ma la cosa più importante è di non porsi mai limiti .

Volete sapere di più su Silvia Mancini? visitate il suo sito web e il suo canale youtube con interessanti tutorial. E soprattutto non perdetevi il prossimo corso di Silvia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *